Il Tetto Posteriore – The Rear Roof

Click here for THE REAR ROOF in english

Da mesi rimandavo il montaggio del tetto, perché non ero soddisfatta degli incastri e dell’apertura. Poi finalmente mi sono decisa ad affrontare questo passaggio, iniziando dalla parte posteriore.

Il tetto è a forma spiovente ed ha due falde, una inclinata verso la facciata anteriore e l’altra verso il retro della casa. Per comodità d’imballaggio dei fascicoli, il tetto è costituito da 6 pannelli, 3 per ogni falda.

Il rivestimento con le tegole  fornite con il kit della Del Prado è stato un lavoro veloce e divertente.

Dopo averle ritagliate, le abbiamo raccolte tutte in un contenitore e le abbiamo mischiate tra loro, per ottenere in seguito una distribuzione omogenea delle varie nuances di colore.

Sul legno abbiamo tracciato a matita tante righe parallele. Servono da guida nella fase di applicazione delle tegole.

Abbiamo sistemato le 3 parti del tetto posteriore una a fianco all’altra, proprio nell’ordine nel quale vanno poi montate. Vogliamo infatti che ci sia una continuità delle tegole nei punti di congiungimento tra i pannelli.

Le abbiamo incollate procedendo dal basso verso il colmo, una riga alla volta, e sfalsando ogni fila.

Nel punto di congiungimento tra i 3 pannelli del tetto – dove necessario – abbiamo tagliato la tegola a filo del legno. La parte di tegola avanzata l’abbiamo incollata sul pannello a finaco, proseguendo sulla stessa riga. Così le tegole combaciano perfettamente ed il tetto ha un aspetto più uniforme, essendoci continuità tra un elemento e l’altro.

Dopo aver issato le pareti laterali, abbiamo applicato gli zoccolini per conferire più stabilità ai muri, che sono molto sottili. Infine abbiamo iniziato a montare il tetto.

Per primo abbiamo incollato il pannello centrale.

In seguito abbiamo fissato il pannello laterale sinistro. La stanza dei bambini prende forma!

Infine abbiamo montato il pannello laterale destro dello studio, completando così la mansarda.

Il tetto posteriore è ora al suo posto. E’ stato più semplice di quanto pensassi, ma ci attende ora la parte più difficile: completare con la falda anteriore.

Le prove fatte con le cerniere d’ottone, fornite con il kit, non sono soddisfacenti. Il tetto non si chiude bene e sul colmo rimane aperta una fessura piuttosto grande.

Qualcuno mi suggeriva di creare una cerniera con la tela utilizzata per le copertine dei libri. Rimarrebbe comunque il colmo del tetto da coprire. Come si potrebbe nascondere la fuga, mantenendo la “flessibilità” necessaria per l’apertura? Avete suggerimenti?

Qui di seguito Vi segnalo alcuni link, dove potrete trovare le spiegazioni per creare diverse coperture di tetti in miniatura.

Immaginereste mai che queste bellissime lastre in ardesia sono fatte di semplice cartoncino?

La realizzazione è molto semplice e la trovate qui: http://minworks.blogspot.it/2010/04/slatelookrooftiles.html#

Con il cartone dell’imballaggio delle uova si posso ottenere tegole in pietra come queste.

Trovate qui come realizzarle: http://blog.treefeathers.com/2008/11/making-aged-slate-roof-shingles.html

Sempre con il cartone delle uova si possono creare dei coppi, come mostrato in questo blog http://todominis.com/tutorial-tejas-miniatura/

Dall’impiallacciatura di legno si ricavano mini scandole, identiche a quelle vere, come indicato in questo blog: http://massivevoodoo.blogspot.it/2010/08/tutorial-making-roofing-shingles.html

Utilizzando il cartone ondulato si possono ottenere i coppi in terracotta

Trovate le spiegazioni qui: http://www.armorama.com/modules.php?op=modload&name=Sections&file=index&req=viewarticle&artid=376#

Una variante per una copertura del tetto in scandole, può essere ottenuta con del cartoncino e del gessetto.

come suggerito in questo blog: http://thecraftartykid.blogspot.it/2011/11/baby-on-doorstep.html

Per concludere alcuni link a blog che spiegano come realizzare una copertura del tetto in metallo.

Questo tetto color alluminio, sembra fatto di metallo, ma non lo è…

Per vedere come è stato realizzato andate a questo indirizzo: http://beautifulminiblessings.blogspot.it/2009/07/dollhouse-renovation-day-two.html

Il rivestimento utilizzato qui di seguito sembra rame ossidato, ma è cartone opportunamente colorato.

Qui vi mostrano come procedere: http://www.heresy-online.net/forums/showthread.php?t=39594

E per concludere un tetto rivestito con dei veri fogli di rame.

Questa lavorazione è descritta qui: http://ovgrs.editme.com/Station

THE REAR ROOF in english

For long time I had postponed the construction of the roof, because I was not satisfied with the mounting and hingeing. Then I finally decided to tackle this step, starting from the rear.

We had already covered the roof area using the tiles provided with the kit of Del Prado. The work was quick and made fun.

After cutting out the tiles, we have put them together and mixed the pieces in order to obtain a homogeneous distribution of the different color shades.

We have drawn many parallel lines with a pencil on the wood. They serve as a guide for the tiles’ gluing.

Each side of the roof is composed of 3 parts. We wanted to disguise the junctions between the panels and have a continuity of the tiles on the entire surface. So we have placed the 3 elements of the roof, one next to other, in the same order as they had to be assembled. We have started gluing the tiles from the bottom to the ridge, one line at a time, staggering each row.

At the junction of the elements, if necessary, we have cut the tile along the wood edge. Then we have glued the rest piece of the tile on the same line on the next panel to continue the row. At the end the tiles matched perfectly, the roof had a more uniform look and the junctions didn’t stand out too much.

After having hoisted the side walls, we have added the baseboards to confer stability to these thin vertical parts. Then we have started to assemble the roof.

We have glued the first central panel.

Then we have set the left side panel. It was really nice to see the nursery take shape!

Finally, we have fitted the right side panel of the studio, completing the attic.

The rear roof is now in place. It had been easier than expected. Now the hardest part has to come: to assemble the front portion.

The brass hinges supplied with the kit don’t work properly. The roof does not close completely and the ridge of the roof shows a wide slot.

Someone suggested me to use a stripe of fabric, as for book covers bindings, instead of the metal hinges. But how should I disguise the gap at the ridge of the roof keeping the “flexibility” required to open it? Do you have any suggestion?

Below I collected a couple of links for you. There you can find tutorials to create different miniature roofings.

Would you imagine that these beautiful slate slabs are made from the simple cardboard?

The construction is very simple and can be found here: http://minworks.blogspot.it/2010/04/slatelookrooftiles.html#

From the carton of eggs’ packaging you can get stone tiles like these.

Here is the explanation of how to do it http://blog.treefeathers.com/2008/11/making-aged-slate-roof-shingles.html

Again with the egg carton you can create these tiles, as shown in this blog http://todominis.com/tutorial-tejas-miniatura/

From veneer you can get mini wood shingles, that are identical to real ones, as here shown http://massivevoodoo.blogspot.it/2010/08/tutorial-making-roofing-shingles.html

From corrugated cardboard you can get realistic terracotta tiles.

The tutorial is here http://www.armorama.com/modules.php?op=modload&name=Sections&file=index&req=viewarticle&artid=376#

Another sort of roof shingles can be obtained with cartonboard and chalk

as suggested in this blog http://thecraftartykid.blogspot.it/2011/11/baby-on-doorstep.html
In conclusion some links to sites that explain how to make a metal roofing.

An aluminum roof made with no metal…

Here you can see how it has been made: http://beautifulminiblessings.blogspot.it/2009/07/dollhouse-renovation-day-two.html

A facing that resembles oxidized copper, but is just cardboard adequately colored

In this forum they show how to proceed: http://www.heresy-online.net/forums/showthread.php?t=39594

And finally a roof coated with real copper foils.

Questa lavorazione è descritta qui: http://ovgrs.editme.com/Station

Informazioni su dadasdollhouse

Le case delle bambole mi hanno sempre affascinata. A 5 anni disegnavo planimetrie e trasformavo le librerie in palazzi, utilizzando i libri come pareti divisorie. Forse per questo più tardi mi sono iscritta ad architettura... La mia grande passione è il punto croce, ma mi diverto anche con il bricolage ed il cartonaggio. Una certa abilità l’ho acquisita con l’esperienza, ma tante astuzie le ho imparate in internet. Ma la cosa più importante è poter condividere le mie passioni con mia figlia Dada!
Questa voce è stata pubblicata in DIY - Tutorial, Link, Struttura, Struktur, Structure e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Il Tetto Posteriore – The Rear Roof

  1. Fabiola Benocci ha detto:

    Bel lavoro. La casa sta venendo splendida.
    Ciao Faby

  2. Anna ha detto:

    Complimenti!
    Ti ho mandato anche una mail!
    Per la cerniera del tetto io avrei un’idea che forse non va bene… ma non si sa mai…
    Togli quelle tegole che sono proprio vicino alla cerniera…
    Metti le cerniere normali della dotazione della casa…
    Aggancia alla falda frontale…
    Ricopri la fuga con una striscia di stoffa leggera…
    La striscia di stoffa va poi dipinta di un colore che può assomigliare a quello delle tegole…
    Metti delle tegole anche sopra alla stoffa… in modo da nasconderla… Quello che dovrebbe spuntare dovrebbe essere poco e quindi mimetizzarsi con il colore delle tegole sovrastanti….
    Difetto: a furia di apri e chiudi la stoffetta si potrebbe sgualcire come quella dei libri…

    In alternativa: ricopri la fuga con qualcosa di rigido… ad esempio una sorta di listino angolare a cui applichi le tegole… Il listino NON va incollato ma va fissato con qualche modo…
    Per aprire il tetto devi rimuovere il listino angolare… e aprire…

    Non so nemmeno io come potrei mettere in pratica… ma quest’idea potrebbe essere un punto di partenza…
    Ciao da Anna

    • dadasdollhouse ha detto:

      L’idea del listello angolare che copre il colmo mi sembra ottima. Ora verifico se le tegole rimaste sono sufficienti.
      Grazie Anna!

      • Anna ha detto:

        OK… Mi sembra la cosa migliore il “metti e leva”…
        E’ necessario mettere delle altre tegole dello stesso tipo? secondo me nel punto di contatto tra le due falde si possono mettere tegole di altro tipo che seguano l’angolo….
        A me verrebbe in mente di ricoprire la giuntura con una cannuccia da bibite piuttosto grossa… che apri, allarghi… e colori… e incolli al listino di giuntura…
        La cannuccia forse ha una sezione troppo piccola… bisogna pensare a qualcosa che abbia una sezione più grossa…

        Buon lavoro da Anna

      • dadasdollhouse ha detto:

        Anna sei una fucina d’idee. Non vedo l’ora che tu riprenda in mano la tua casetta per vedersi all’opera!
        Per quando riguarda le tegole ed il rivestimento del colmo del tetto, personalmente preferirei utilizzare lo stesso materiale per non avere troppi colori.
        Pensavo che anziché utilizzare un profilo a L per coprire il colmo, potrei usare due liste tenute insieme dalla tela. In questo caso incollerei solo una delle due al tetto e l’altra la lascerei libera, così potrebbe scivolare indietro quando il tetto si apre. Penso che con delle liste molto sottili potrebbe funzionare, non pensi? È mi risparmierei il togli e metti.

      • Anna ha detto:

        Uhm… non ho ben capito come vuoi realizzare l’unione tra le due liste… Attenzione che se le leghi con della tela, quest’ultima a furia di apri e chiudi si potrebbe logorare…
        Io mi farei un listino a L incollando due listini di misura opportuna… e poi metti e leva…😉
        Ciao da Anna
        PS: appena possibile voglio rimettere le mani sulla casetta…😉 Spero di riuscire a fare qualcosa durante le vacanze di Natale

      • dadasdollhouse ha detto:

        Utilizzerei la tela da legatoria, con la quale si fanno i dorsi dei libri. Sulla robustezza non dovrebbero esserci problemi..
        Ciao e a presto

      • Anna ha detto:

        Sì, forse è abbastanza robusta… ma sono comunque un po’ perplessa: la tela da legatoria deve reggere una copertina di un libro… Quella dovrebbe reggere la falda di un tetto che mi sembra un po’ più pesante… viste anche le tegole…
        Forse però è come dici tu… basta che la tela serva solo per ricoprire la fuga… Per reggere la falda ci pensano le cerniere che metti sotto la tela che è sotto al tetto….😉
        Secondo me bisogna comunque sistemare la tela in modo opportuno in modo che sia aderente e che non ci siano punti dove tira un po’ di più o dove si formano pieghe… altrimenti si comincia a strappare…
        Metti un articolo sul blog appena puoi: voglio vedere come hai risolto!…. (Io prima del tetto devo ancora fare il pavimento della cucina…)
        Ciao da Anna

  3. Fionella ha detto:

    Waouh ! stupendo il tuo lavoro, un blog che verro à visitare spesso …
    Grazie per la tua visita.

  4. Pingback: L’abbaino – The dormer | Dada's dollhouse

Un Tuo commento ci fa piacere!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...