Il pianoforte verticale, la tastiera – The upright piano, the keyboard

wikimedia.org

La tastiera del pianoforte ha generalmente 88 tasti, 52 bianchi e 36 neri. Nei modelli più sofisticati essi sono in avorio ed ebano. Più comunemente sono di galalite, una delle prime plastiche inventata alla fine dell’ottocento ed ottenuta dalla caseina.

I tasti neri, chiamati bemolle o diesis, producono un suono di mezzo tono più basso o più alto ai tasti bianchi vicini.

Una curiosità: in gran parte dell’Europa meridionale le sette note vengono chiamate Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si. Nei paesi anglosassoni il “do” viene indicato con la lettera C e la denominazione delle note segue le prime sette lettere dell’alfabeto. La scala dunque è C, D, E, F, G, A, B. Quest’ultima nota in tedesco viene invece chiamata H.

The piano keyboard usually has 88 keys, 52 are white and 36 are black. In more sophisticated models, they are made of ivory and ebony. Most commonly they are made of Galalith or “milk stone”, a synthetic material invented at the end of the nineteenth century and obtained from casein.

The black keys play sharp or flat notes and raise or lower the note by a half tone.

A curiosity: in most of the southern Europe countries the seven notes are named Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si. Within the Anglo-Saxon countries the “do” is indicated by the letter C and the denomination of the notes follows the first seven letters of the alphabet. Therefore the scale is C, D, E, F, G, A, B. In Germany the note B is called H.

Per realizzare la tastiera abbiamo innanzitutto scaricato gratuitamente l’immagine dal sito Printmini. L’abbiamo ridimensionata, così che fosse 10 cm di larghezza, e l’abbiamo stampata.

Potete trovare altre tastiere anche su Clker o potete utilizzare una delle due qui sopra.

Se desiderate un risultato più realistico, potete acquistare una tastiera in miniatura in materiale sintetico. Cose di un altro mondo ne vende una in resina, con i tasti in rilievo, che misura 10,5 cm x 1,2 cm, che potrebbe andare benissimo per il nostro pianoforte. Il negozio si trova a Milano in Via della Moscova 44 A, ma spedisce in tutta Italia e non solo. 

To make the piano keyboard, we first downloaded the image for free from Printmini. We resized it to 10 cm width and we printed it.

You can find other keyboards also on Clker or you can use one of the two above.

If you want a more realistic result, you can purchase a miniature piano keyboard made of synthetic material.  Cose di un altro mondo sells one made of resin with keys in relief that measures 10.5 cm x 1.2 cm. It could perfectly fit with our piano. The shop is located in Milan, Via della Moscova 44 A, and they ship worldwide.

dadasdollhouse_3260Dopo aver stampato la tastiera, abbiamo allungato le linee dei tasti, perché una volta incollata sul cartoncino, i tasti sono visibili sia sopra, che sul davanti.

After printing the keyboard, we extended the lines of the keys, because once it is glued on the cardboard, the keys are visible from above and from the front.

dadasdollhouse_3247

Utilizzando lo stesso cartoncino che abbiamo impiegato per realizzare la cassa del pianoforte, abbiamo ritagliato due rettangoli identici. Uno l’abbiamo lasciato intero e verrà utilizzato come supporto della tastiera. L’altro invece l’abbiamo modificato e sarà la cornice di finitura.

Using the same cardboard we used for the piano case, we cut two identical rectangles. We used one to make the base of the keyboard. We cut the other to make a finishing border.
dadasdollhouse_3261

Abbiamo preso l’immagine stampata della tastiera e l’abbiamo ritagliata a filo sui lati. Davanti ai tasti abbiamo lasciando un margine di carta di circa 1 cm, per poterla farla  girare bene sotto.

Poi l’abbiamo incollata alla base di cartoncino utilizzando colla vinilica allungata con acqua. L’immagine deve essere centrata e la fine dei tasti deve combaciare con il bordo superiore del cartoncino. Mentre fate aderire la carta, marcate bene gli spigoli ai bordi. Fate attenzione però, la carta bagnata si lacera facilmente.

Come potete vedere, le righe che abbiamo allungato sono ora visibili sullo spessore del cartoncino e danno l’impressione che si tratti di singoli tasti.

We took the printed image of the keyboard and trimmed it flush on the sides. In front of the keys we left a paper margin of about 1 cm, in order to fold it easily on the bottom. Then we pasted it on the cardboard base using diluted vinyl glue. The image should be centered and the end of the keys should match with the upper edge of the cardboard. While you make adhere the paper, mark the edges well. Be careful though, wet paper tears easily.

As you can see, the lines that we extended are now visible on the side of the cardboard and give the impression that the keyboard has individual keys.

dadasdollhouse_3278

Abbiamo appoggiato la tastiera sulla sua base, senza incollarla.

In questa fase tutti gli elementi della tastiera vengono solo appoggiati nella loro sede definitiva. Dobbiamo infatti verificare che tutti i pezzi abbiano le giuste dimensioni e  che l’apertura del coperchio funzioni correttamente.

We laid the keyboard on its base, without gluing it.

At this stage all the elements of the keyboard are put in their final location without gluing them. We have to check that all the pieces have the right size and that the opening of the lid functions properly.

dadasdollhouse_3279

Abbiamo quindi aggiunto la cornice di finitura.

Then we added the finishing frame.

dadasdollhouse_3248Il coperchio della tastiera si ricava da un rettangolo che misura totalmente 2,7 cm x 11,5 cm. Sul lato lungo, a 7 mm, abbiamo praticato un leggero taglio per permettere la piegatura.

The keyboard lid is made ​​from a rectangle measuring 2.7 cm x 11.5 cm totally. On the long side at a distance of 7 mm we made a slight cut to allow folding.

dadasdollhouse_3291

Il coperchio è composto da una parte fissa ed una mobile, che si apre ruotando su dei perni.

La parte fissa si ottiene tagliando dal lato opposto della piegatura una striscia di 3 mm una striscia.

Poi abbiamo preso una stecca di legno di sezione quadrata di 3 mm ed abbiamo tagliato due pezzi lunghi 11,5 cm. Uno l’abbiamo incollato sotto la striscia di cartone per sorreggere la parte del coperchio che rimarrà fissa. 

The lid consists of two parts: a fixed one and a movable one, which opens by rotating on the pins.

The fixed part is obtained by cutting  a strip of 3 mm from the opposite side of bended border.

Then we took a rod of wood with a square section of 3 mm. We cut  two pieces 11.5 cm long. We glued one piece under the strip of cardboard to hold the part of the lid that will remain fixed.

dadasdollhouse_3292

Nella foto vi mostriamo dove andrà posizionata la parte fissa del coperchio.

In the picture we show you where the fixed part of the lid will be positioned.

dadasdollhouse_3297

Il movimento d’apertura del coperchio avviene ribaltandolo e facendolo ruotare su due perni fissati nel coperchio. Essendo il cartoncino troppo poco robusto, abbiamo dovuto rinforzarlo con una stecca di legno.

La seconda stecca è stata quindi incollata sotto il coperchio a filo del bordo, come nella foto.

The lid opens by rotating on two pins which are pinned into it. Since the cardboard wouldn’t be strong enough, we had to reinforce it with a wooden rod.

So we used the second rod and we glued it under the lid, as shown in the picture.

dadasdollhouse_3295

Con un piccolo trapano a mano abbiamo praticato un foro in ognuno dei fianchi a 7 mm dalla cassa superiore e a 3 mm dal bordo superiore. Vi suggeriamo di verificare che queste misure siano corrette anche per il vostro pianoforte.

With a small hand drill we made a hole in each of the sides – 7 mm from the upper panel and 3 mm from the upper edge. We suggest that you verify that these measures are correct for your piano, too.

dadasdollhouse_piano_collage7

Abbiamo praticato un foro anche nella stecca incollata al coperchio della tastiera. Poi abbiamo preso due spilli e li abbiamo accorciati a 1 cm circa. Passando dall’esterno, attraversando il cartone, abbiamo infilato i perni nel legno.

We drilled a hole also in the wooden rod glued to the lid of the keyboard. Then we took two pins and trimmed them at about 1 cm. Piercing trough the cardboard from the outer side we pinned them into the wood.

dadasdollhouse_3301

Come potete vedere, tra la parte del coperchio che rimane fisso e quello che si muove c’è una fessura. Questo spazio permette il movimento del coperchio che altrimenti non girerebbe.

Abbiamo ottenuto la misura giusta della fessura assottigliando la parte fissa del coperchio, fino a quando lo spazio è stato sufficiente a dare gioco al coperchio.

As you can see, there is a split between the part of the lid that remains fixed and that one that moves. This space allows the movement of the lid that otherwise could not rotate.

We got the right size of the split by thinning the fixed part of the lid, until the space was enough to give play to the lid.

dadasdollhouse_piano_collage8

La tastiera del pianoforte potrebbe considerarsi pronta, ma abbiamo voluto darle tridimensionalità, aggiungendo dei tasti a rilievo.

Sopra i tasti neri stampati, abbiamo applicato dei piccoli rettangoli della stessa misura, ricavati da un cartoncino semplice (non a doppio stato). Li abbiamo dipinti poi con un pennarello indelebile nero, colorando tutti i lati visibili.

Abbiamo così ottenuto dei tasti minuscoli, che abbiamo incollato sulla tastiera con la colla vinilica. Essendo molto piccoli, abbiamo usato una pinzetta per prenderli. Mentre per  stendere la colla in modo preciso e senza eccedere, abbiamo usato uno stuzzicadenti.

E’ stato un lavoro da certosino, ma crediamo che ne sia valsa la pena!

The keyboard of the piano could be finished like this, but we wanted to give a three-dimensional aspect by adding keys in relief.

We covered the printed black keys with strips of the same size, made ​​of cardboard (one layer only) . We painted them with a black permanent marker and colored all visible sides.

We pasted these tiny keys on the print using the vinyl glue. We used a pair of tweezers to pick them, as they were really small. With a toothpick we spread the vinyl glue, so we could better control the quantity and be more precise.

It has been a painstaking work, but we believe that it was worth it!

wikimedia – Claude Debussy au piano l’été 1893

Nel prossimo post vi racconteremo come abbiamo verniciato il pianoforte e realizzato i candelabri ed i pedali. Rimanete quindi con noi…

In the next post we’ll tell you how we painted the piano and made ​​the piano sconces and pedals. Thus, stay with us…

OakBranchOrnaments-GraphicsFairy1

Informazioni su dadasdollhouse

Le case delle bambole mi hanno sempre affascinata. A 5 anni disegnavo planimetrie e trasformavo le librerie in palazzi, utilizzando i libri come pareti divisorie. Forse per questo più tardi mi sono iscritta ad architettura... La mia grande passione è il punto croce, ma mi diverto anche con il bricolage ed il cartonaggio. Una certa abilità l’ho acquisita con l’esperienza, ma tante astuzie le ho imparate in internet. Ma la cosa più importante è poter condividere le mie passioni con mia figlia Dada!
Questa voce è stata pubblicata in Arredamento, Möbeln, Meubles, Furniture, DIY - Tutorial, Link, Printies e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Il pianoforte verticale, la tastiera – The upright piano, the keyboard

  1. Mariajo ha detto:

    Es impresionante lo bonita que está quedando la mansión y lo bien que nos explicas los detalles del proceso creativo. El piano forte es una obra de arte y el tutorial detallado y preciso, “parece” fácil. Muchas gracias por todo. Mariajo

    • dadasdollhouse ha detto:

      Dear Mariajo,
      thank you for your kind comment! I’m glad you liked my piano. You should try to build it. It isn’t difficult, but there are many steps. So what you really need is a little patience. 😉
      Gracias por tu visita!

      Ersilia

  2. Rosella ha detto:

    Complimenti per la precisione del lavoro e per i particolari mostrati nel tutorial!
    Grazie ti seguirò volentieri ; )
    Al prossimo post
    Baci

  3. Norma ha detto:

    Oh my!! It’s looking fabulous. As you say a lot of work but you are well rewarded.

  4. Hiltrud Bork ha detto:

    Sono un fan di Dada’s dollhouse e molto contenta con tutti gli articoli. Ho già fatto tante cose e vado avanti. Tante grazie e tanti saluti

    Hiltrud Bork

  5. Monica ha detto:

    Cara Ersilia,
    grazie per il nuovo calendario dell’avvento, ricco, come sempre, di idee. Ti invio anche i miei più cari auguri di Buone Feste.

Un Tuo commento ci fa piacere!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...