Il pianoforte verticale, la finitura – The upright piano, the finishing

dadasdollhouse_3738

La pubblicazione di questo post ha subito un po’ di ritardo, ma impegni pre natalizi mi hanno distolta da questo progetto e me ne scuso. Ora il pianoforte è finalmente  pronto e posso darvi le ultime spiegazioni, che riguardano le finiture.

The publication of this post arrives a bit late, but some Christmas preparations diverted me from this project. I apologize for that. Now the piano is finally ready and I can share with you the last part of the explanation regarding the finish.

dadasdollhouse_3676

Abbiamo dipinto ogni parte di nero con gli acquarelli. Questi non sono certamente i colori migliori da utilizzare su grandi superfici di cartoncino, ma erano gli unici che avevamo a disposizione in quel momento. Per  evitare che il cartone si bagnasse troppo e si gonfiasse, abbiamo tenuto il colore meno acquoso possibile. Sono state necessarie due mani e qualche ritocco, ma la copertura è stata buona. Tra una mano e l’altra l’abbiamo lasciato asciugare molto bene.

Nei punti difficili da raggiungere o per colorare piccoli dettagli abbiamo utilizzato anche un pennarello indelebile nero. Infine abbiamo spruzzato il tutto con una vernice lucida.

We painted each piece with black watercolor. This is certainly not the best kind of color to use on cardboard, but it was the only one we had at that time.  To prevent the cardboard from getting soaked and swelling, we kept the color less watery as possible. It took two coats and some retouching to get the right covering. Between one coat and the other we let it dry very well.

We also used a black permanent marker for coloring small details. Finally we sprayed everything with a transparent glossy varnish.

dadasdollhouse_3674

I pianoforti possono avere dai due ai quattro pedali. Essi sono posti al centro nella parte bassa della cassa e vengono azionati dai piedi del pianista. Servono ad alterare il suono ed ottenere diverse sfumature, attenuando ed addolcendo, prolungando o rafforzando le vibrazioni delle corde.

Nella musica del Classicismo, di cui Mozart, Hayden ed il primo Beethoven sono i più grandi protagonisti, non è previsto l’uso dei pedali perché il suono deve essere pulito e preciso. Mentre per i compositori del Romanticismo, come Chopin, Brahms, Schubert, Schumann, Listz,  Tchaikovsky ed in certi pezzi di Beethoven il pedale diventa essenziale per “colorare” i brani.

The pianos can have from two to four pedals. They are placed in the center of the bottom of the case and are operated by the pianist’s feet. They are used to alter the sound and to obtain different shades, softening and sweetening, extending or enhancing the vibrations of the strings.

In the music of the Classical period – Mozart, Hayden and the early Beethoven are the leading exponents – there is no use of the pedals because the sound has to be clean and precise. While for the Romantic composers such as Chopin, Brahms, Schubert, Schumann, Liszt, Tchaikovsky and a later Beethoven, the pedals become essential to “color”  the music.

Noi ne abbiamo realizzati due utilizzando del cartoncino dorato.  Abbiamo preso una di quelle strisce di cartone che le pasticcerie usano per tenere la carta della confezione sollevata sopra i dolci e proteggerli.

Ogni pedale misura 4 mm x 35 mm. Con una forbicina abbiamo poi arrotondato gli angoli.

We made two pedals using a golden cardboard. We took those cardboard strips that Italian pastry shops place over the tray with the cake to prevent the wrapping paper from  sticking to it and ruining it.

Each pedal measures 4 mm x 35 mm. With a pair of scissors we rounded the edges.

dadasdollhouse_3693Abbiamo infilato i pedali nell’apertura che avevamo preparato nel pannello inferiore. Li abbiamo incollati al fondo della cassa, lasciandoli distanziati e facendoli sporgere all’esterno per 5 o 6 mm.

We inserted the pedals in the gap that we had prepared in the bottom panel. We glued them to the bottom of the case, leaving them separated and making them stick out for 5 or 6 mm.

dadasdollhouse_3695Siamo passate poi all’assemblaggio definitivo della tastiera e del coperchio. Abbiamo preso la tastiera ed abbiamo dipinto di nero i due bordi ai lati, che erano rimasti color cartone, perché non rivestiti dalla carta con la stampa dei tasti. L’abbiamo poi incollata sul pianoforte.

We finally started to assemble the keyboard and its lid. We took the keyboard and painted with the black marker the borders on both sides that were not covered by the printed paper. Then we glued the keyboard to the piano.

dadasdollhouse_3696Abbiamo incollato poi la cornice di finitura.

We glued then the finishing frame.

dadasdollhouse_3699

Poi abbiamo aggiunto la parte fissa del coperchio, composta dalla stecca di legno con la striscia di cartoncino. La si intravvede alla base del pannello superiore, dietro alla tastiera. 

Purtroppo fotografare gli oggetti lucidi è molto difficile, perché la foto risulta disturbata dai riflessi. Mi sto documentando sulle tecniche di ripresa perché vorrei migliorare la qualità delle immagini che pubblichiamo. Se questo argomento interessa anche voi, vi suggerisco questo articolo  di Max Albani, “Fotografare gli oggetti di metallo“. Ci sono alcune astuzie che vorrei porvare.

Then we added the fixed part of the lid, which is made of the wood rod and the cardboard strip. This part is barely visible in the picture. It is at the base of the upper panel, behind the keyboard.

Unfortunately taking pictures of shiny objects is very hard, because the image is disturbed by reflections. I’m reading about shooting techniques because I would like to improve the quality of the images we publish. If you too are interested, there is an useful article written by Max Albani, “Photographing metal objects“. Unfortunately it is in Italian. There are some tricks that I would like to try out.

dadasdollhouse_3705L’ultimo passaggio consiste nel fissare la parte mobile del coperchio. Bisogna infilare ogni perno dall’esterno, attraverso il bordo della tastiera e farlo entrare nel foro che avevamo praticato nella stecca che rinforza il coperchio. Ora il coperchio dovrebbe aprirsi e chiudersi agevolmente, ruotando sui perni.

Sebbene avessimo fatto le prove e tutto funzionasse perfettamente, dopo aver dipinto le varie parti il movimento del nostro coperchio non era più fluido. Così abbiamo dovuto assottigliare leggermente la stecca di legno. Con l’aiuto del cutter e delle carta vetrata abbiamo eliminato le parti che facevano contatto ed abbiamo poi ritoccato il colore con il pennarello nero.

The last step is to fix the movable part of the lid. Each pin must be pierced from the outside, through the sides of the keyboard into the hole that we drilled in the wooden rob which reinforces the lid. Now the lid should open and close smoothly by turning on the pins.

After painting the various parts, our lid didn’t open and close properly, although we had tested the movement and everything seemed to work perfectly when it was unpainted. So we had to reduce the wooden rod using cutter and sandpaper. Afterwards we touched up the color with the black marker.

dadasdollhouse_3706

Il pianoforte potrebbe considerarsi finito. Il nostro strumento è però dell’epoca vittoriana. Dobbiamo quindi aggiungere i candelabri, che permetteranno al pianista di suonare e leggere gli spartiti anche dopo il tramonto.

The piano could be considered as finished. Our instrument is, however, of the Victorian era. So we must add the candle sconces that will allow the pianist to play and read music even after sunset.
dadasdollhouse_3598

Per realizzarli abbiamo utilizzato la minuteria metallica che si usa in bigiotteria. Abbiamo scelto il color argento. Per ogni candeliere ci siamo procurate due coppette copriperla di fogge e misura leggermente diverse per lo sgocciolatoio, una perla piccola che formerà il bocciolo, un copriperla più piccolo, per decorare e nascondere il foro d’entrata nel pannello del pianoforte, un chiodino con la testa a T e un pezzetto di un tubicino di plastica trasparente. Noi abbiamo usato uno scooby-doo.

Con queste stesse spiegazioni si possono creare anche applique da fissare al muro.

We used jewelry findings to make them. We chose the silver color. For each candle sconce we needed two different bead cups, one slightly smaller than the other, to make the plate that collects the wax drops of the candle; a small pearl to complete the form; a  smaller bead cup to decorate and hide the entrance hole on the piano panel; a headpin;  a piece of a clear plastic tube. We used a scoobidoo string.

Following this tutorial it is possible to create also wall light fixtures.

dadasdollhouse_collage_3602

Per creare la candela serve una strisiolina di carta bianca ed un pezzetto di filo da imbastire, perché è un po’ più grosso di quello normale da cucito ed ha un colore giallino, che ricorda lo stoppino.

Innanzitutto abbiamo piegato i due chiodini. Per ottenere due forme simili abbiamo utilizzato un oggetto rotondo, nel nostro caso una biro, attorno al quale abbiamo piegato i due fili di metallo.

Abbiamo infilato sul chiodino un pezzetto di scooby-doo lungo 1 cm e fatto scorrere fino all’estremità opposta. Poi l’abbiamo fissato con un po’ di colla.

Abbiamo applicato della colla sull’esterno del tubicino ed abbiamo incollato un pezzetto di filo, che fungerà da stoppino. Attorno al tubicino abbiamo poi avvolto la strisciolina di carta, facendo attenzione ad arrotolarla diritta e ad ottenere un cilindretto compatto e con i bordi pareggiati. Abbiamo fissato l’ultimo lembo di carta con abbondante colla. 

To make the candle we used a strip of white paper and a piece of basting thread. It is a bit thicker than a normal sewing yarn and has a yellowish color, that reminds of the wick.

First we curved the two headpins. To get two identical shapes we bent the two metal wires around a round object, in our case a pen.

We threaded a 1 cm long piece of scoobidoo and let it slide to the opposite end. Then we fixed with a little ‘glue.

We put some glue on the outside of the tube and we pasted a piece of the basting thread. It will be the wick. We wrapped the strip of paper around the tube, making sure to roll it straight and to obtain a compact cylinder with trimmed edges. We pasted the last paper border with plenty of glue.

dadasdollhouse_2537_2

Con il dito abbiamo poi spalmato altra colla, cercando di distribuirla, in modo che sembrasse cera, con colature nel senso della lunghezza della candela.

Per questo scopo abbiamo usato la colla Tacky Glue. Ne avevo letto spesso sui blog stranieri e recentemente l’ho trovata a Milano da Cose di un altro mondo. E’ una colla vinilica, ma più densa del nostro Vinavil. Questa particolarità la rende utile quando serve una presa più rapida ed avere comunque un prodotto lavabile con acqua. Non gocciola ed una volta asciutta è trasparente. Va bene su legno, plastica e metallo. La presa sulla carta è immediata e non è possibile riposizionare i pezzi. Questo può essere un vantaggio quando si fanno i fiori di carta.

With the finger we smeared other glue all over the cylinder. We distributed it so that it may look like wax with drips along the length of the candle.

For this purpose we used Tacky Glue. I had often read about it in foreign blogs and recently I found it in Milan at Cose di un altro mondo. It’s a vinyl glue like our Vinavil, but thicker. This feature makes it useful if you need a fast grip and at the same time a water washable product. It doesn’t drip and dries clear. Adheres to most materials, like wood, plastic and metal. The grip on paper is immediate and you can not reposition the pieces. This can be an advantage when you make paper flowers.

dadasdollhouse_collage_3617

Sotto la candela abbiamo creato lo sgocciolatoio, che è composto dai copriperla. Ne abbiamo usati due per ottenere un aspetto più solido e ricco. Abbiamo infilato il primo copriperla, quello medio, e l’abbiamo bloccato con una goccia di super Attak. Attenzione però, il copriperla è forato e la colla può filtrare facilmente attraverso diversi buchi. Si rischia quindi di rimanere incollati al candeliere!

Con lo stesso procedimento si incolla il secondo copriperla, quello più grande e la perlina, che rifinisce la parte inferiore.

Under the candle we created the drip tray, which is composed  of two bead cups, in order to have a more solid and rich look. We then stuck the first bead cup, the medium one, and we glued it to the candle with a drop of super Attak. Beware though, the bead cup is pierced and the glue can easily leak through. If you are not careful you are likely to stay glued to the sconce!

Using the same procedure we pasted the second bead cup and the silver bead, which finishes the bottom.

dadasdollhouse_3610

Per evitare che i candelabri rimanessero appiccicati dove non avrebbero dovuto, li abbiamo messi ad asciugare infilati in una grossa spoletta di filo.

To prevent the sconces from sticking where they should not, we put them to dry on a large spool of thread.

_dadasdollhouse_3620

Con una pinza abbiamo piegato il chiodino, così che la piega del braccio fosse all’altezza del gocciolatoio.

With a pair of pliers we bent the headpin, so that the bend of the arm was at the same height of the drip tray.

dadasdollhouse_3622Abbiamo preso il secondo pezzo di scooby-doo, che ci serve a rendere il braccio del candeliere più corposo. L’abbiamo infilato sul chiodino. Bisogna spingerlo con delicatezza e fargli fare la curva, senza deformare la piegatura.  Anche questo tubicino è stato fissato con la colla istantanea.

Con una forbice abbiamo eliminato un pezzo del tubicino, lasciando libera la parte del chiodino che verrà infilata nel pianoforte. Avete presente come fanno gli elettricisti quando devono pelare un filo elettrico? Girano con la forbice attorno al cavo, incidendo solo la guaina di plastica, che poi viene sfilata, lasciando intatti i fili di rame sottostanti.

With the second piece of scoobidoo we made the sconce’s arm look thicker. We pushed the tubing on the wire and moved it forward gently without deforming the bend and the curve. We fixed also this scoobidoo with instant glue.

With a pair of scissors we removed a piece of the tube, exposing the wire underneath. This part of the nail will then stuck in the piano panel. Do you know how the electricians do when they have to peel an electric wire? They twist with the scissors around the cable jacket, cutting only the plastic sheathing, sliding it off and leaving intact the copper wires below.

dadasdollhouse_3709I candelieri devono essere posizionati abbastanza alti, così che la curva del braccio non  impedisca l’apertura del coperchio della tastiera.

Dopo aver stabilito l’altezza giusta alla quale fissarli. Con il trapano a mano abbiamo praticato i fori. Il buco deve essere leggermente più piccolo del chiodino. Se fosse troppo grande il candelabro “ballerebbe” e non rimarrebbe al suo posto.

Per ottenere due fori posizionati alla stessa distanza dal bordo e dal coperchio della cassa, abbiamo segnato su un pezzetto di carta le misure ed usato questo foglio come dima.

The sconces must be positioned high enough, so that the curves of the arms don’t prevent the keyboard lid from opening.

After having determined the right height of the sconces. We made the holes with a hand drill. They should be slightly smaller than the headpins. Otherwise they would fit loosely  and they would not stay in place.

To get the two holes at the same distance from the edge and top of the piano case, we scored on a piece of paper the measurements and used this sheet as a template.

dadasdollhouse_3714

Prima di fissare il chiodino nella cassa del pianoforte abbiamo infilato l’ultimo copriperla ed abbiamo incollato il tutto con la colla a contatto.

Before attaching the headpin to the piano case we added the last bead cup and we fixed everything with contact glue.

dadasdollhouse_2564In questa foto vi mostriamo il candeliere che abbiamo realizzato per il primo pianoforte. Il materiale che abbiamo usato è leggermente diverso.

Il braccio del candeliere è stato realizzato con quel fil di ferro rivestito di plastica, che tiene i giochi fermi nella scatola d’imballaggio.

Il copriperla ha la forma di fiore ed abbiamo ottenuto una candela di un colore diverso aggiungendo del giallo alla colla.

In this picture we show you the candle sconce we made for our first piano. The material we used is slightly different.

The sconce’s arm is made with a plastic coated wire. We took it from a toy packaging. It is used to tighten the object to the box in order to prevent it from moving.

The bead cup has the shape of a flower and we added some yellow to the glue to color the candle.

dadasdollhouse_3731Questo è dunque il pianoforte finito. Per essere perfetto avrebbe bisogno del leggio. Di solito nei modelli verticali è costituito da una lista applicata sotto il coperchio che si ribalta e sulla quale si appoggiano gli spartiti. Nelle prossime settimane faremo delle prove. Anche se temo che la tastiera avrebbe dovuto essere più profonda per consentire la giusta inclinazione al coperchio ed evitare la caduta dei fogli.

Ci sono dei leggii con delle forme bellissime, che hanno stuzzicato la nostra creatività. Per ora però metteremo da parte il pianoforte per dedicarci a nuovi progetti.

This is the finished piano. To be perfect it should have a music desk. Usually vertical pianos have a simple book holder, a wood strip applied under the keyboard lid. In the coming weeks we will think about it. Though I am afraid that the keyboard should be deeper to allow the right opening angle of the lid and prevent the music sheets from falling.

There are music desks with beautiful shapes that arouse our creativity. For now, however, we will put the piano aside in order to devote ourselves to new projects.

dadasdollhouse_3733edited

wikimedia – Claude Debussy au piano l’été 1893

Vi segnaliamo alcuni link dai quali potrete scaricare gratuitamente degli spartiti. Il materiale è già in scala 1:12. Fa eccezione l’ultimo indirizzo, dove le immagini devono essere ridimensionate.

We give you some links where you can download music sheets for free. The printies are  already in 1:12 scale with the exception of the last address, where the images need to be resized.

http://www.angelfire.com/wv/minipix/printables.html

http://www.printmini.com/printables/music/smusicp.html

http://stewartdollhousecreations.com/freedownloads/sheetmusic

http://blog.treefeathers.com/2010/01/free-printies-vintage-sheet-music-and.html

http://www.flickr.com/photos/pemq/sets/72157627775230185/

 

wikipedia – Swedish painting of woman playing lute, a singer and a woman playing a square piano

Infine, per concludere, vi segnaliamo il sito Square Piano Tech che dedica una pagina al pianoforte da tavolo nelle opere d’arte  dalla fine del 700 ai primi del 900. Questo strumento, detto anche square piano, è una versione più economica del pianoforte, che per il suo basso costo e le dimensioni ridotte ebbe una grande diffusione. Nei quadri e nelle stampe sono rappresentate scene di vita domestica attorno a questo strumento e sono un’interessante fonte d’ispirazione.

Finally in conclusion we would like to recommend you an article on the site Square Piano Tech. They dedicate a page to the square piano in art from the late 19th to the early 20th century. This instrument is a cheaper version of the piano. It had a rapid diffusion due to its low price and its smaller and more convenient size. The paintings and prints show scenes of domestic life around this instrument and are an interesting source of inspiration.

OakBranchOrnaments-GraphicsFairy1

Informazioni su dadasdollhouse

Le case delle bambole mi hanno sempre affascinata. A 5 anni disegnavo planimetrie e trasformavo le librerie in palazzi, utilizzando i libri come pareti divisorie. Forse per questo più tardi mi sono iscritta ad architettura... La mia grande passione è il punto croce, ma mi diverto anche con il bricolage ed il cartonaggio. Una certa abilità l’ho acquisita con l’esperienza, ma tante astuzie le ho imparate in internet. Ma la cosa più importante è poter condividere le mie passioni con mia figlia Dada!
Questa voce è stata pubblicata in Arredamento, Möbeln, Meubles, Furniture, DIY - Tutorial, Link, Printies e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Il pianoforte verticale, la finitura – The upright piano, the finishing

  1. fabiola ha detto:

    Bellissimo pianoforte e un tutorial molto particolareggiato. Grazie.
    Saluti, Faby

  2. rosanna ha detto:

    Siete state bravisiime e i tuoi tutorials sono sempre chiarissimi.
    Buon Natale e tanti tanti auguri, Rosanna

    • dadasdollhouse ha detto:

      Grazie Rosanna!
      Ci divertiamo molto a creare gli oggetti, ma è interessante anche cercare informazioni relative alla loro storia ed al loro uso e condividerle con voi.
      Anche se un po’ in ritardo auguri per il tuo quinto compliblog!😉
      Buon Natale e buone feste anche a te!
      Ersilia

  3. Rosella ha detto:

    Complimenti ad entrambe! Un lavoro molto accurato ed un tutorial molto particolareggiato nei dettagli!
    Grazie e buon proseguimento!

  4. Pingback: La lanterna – The lantern | Dada's dollhouse

  5. cider12 ha detto:

    Ingenious little candles…I’ll have keep this in mind when I make candles for my piano.

Un Tuo commento ci fa piacere!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...