La pizza di Claudia – Claudia’s pizza

dadasdollhouse_3075

Lavorare con le paste modellabili mi ha sempre incuriosita e quando la bravissima Claudia de’ Le mini di Claudia ha organizzato un corso a Milano, mi sono iscritta.  Il workshop prevedeva la realizzazione di pizza e mozzarelle fresche in FIMO ed ha riscosso un grandissimo successo, tanto che si è dovuto creare due incontri in giornate differenti. Viviana, una amica del gruppo di Facebook Casa di bambola – Miniature e divertimento“, ci ha ospitate, mettendo a disposizione casa sua e viziandoci con una golosa merenda.

Working with polymer clay has always intrigued me. So when the talented Claudia of Le mini di Claudia organized a workshop in Milan, I enrolled. The polymer clay class provided the basics for making pizza and fresh mozzarella in its preserving liquid. The success was huge and the participants had to be divided into two different groups. Viviana, a friend met in the Facebook group “Casa di bambola – Miniature e divertimento“, hosted both classes and she spoiled us with delicious snacks.

Le mini di Claudia – gli ingredienti per il ragù / the ingredients for the classic ragout sauce

Le mini di Claudia – affettati, mozzarelle e fichi / cold cuts with mozzarella cheese and figs

Le due composizioni che vedete in queste foto sono state realizzate da Claudia per il suo negozio Etsy. Le sue specialità sono i cibi in miniatura, principalmente quelli tipici della sua regione, la Puglia. Le pagnotte croccanti e ben lievitate, i frutti succosi, i dolci profumati sono così perfetti da sembrare veri.

Claudia made the two compositions above for her Etsy shop. She is specialized in miniature food, in particular the specialties of her region, Apulia. Her crispy and well-leavened loaves, the juicy fruits, the fragrant sweets are so perfect that they seem real.

Le mini di Claudia – Cucina della Casa nel Cassetto / the kitchen of the unrealized house

Ma Claudia ha molto talento anche nel riprodurre ambienti in scala 1:12 e predilige  piccoli progetti come le room-boxes. La sua attenzione quasi maniacale per i dettagli, la ricchezza di elementi e particolari lasciano a bocca aperta. Da poco più di un anno ha aperto un suo blog dove è possibile ammirare le sue creazioni e scoprire qualche suo segreto. Potete seguirla anche su Facebook.

A Giugno, Blanche ha pubblicato sul suo blog, Diario Vittoriano, un’interessante intervista a Claudia nella quale ci svela qualcosa di lei, delle sue passioni, e del suo modo di creare miniature.

But Claudia is very talented also in reproducing scenes in 1:12 scale. She prefers small projects like room-boxes. Her almost maniacal attention to details and the richness of elements is amazing. Just one year ago she started her own blog where you can admire many of her creations and discover some of her secrets.  You can also follow her on Facebook.

In June, Blanche published an interesting interview with Claudia on her blog, Diario Vittoriano. In this post she tells us something about her, about her passions and her way to make miniatures.

dadasdollhouse_3060

Le partecipanti al workshop del mio gruppo, Viviana, Pia, Gisella e Marcella di Minicaretti  erano già esperte. Io ero l’unica che non avesse mai usato il FIMO.

Avevo preparato per tutti un piccolo regalo fatto da me, la bilancia da cucina. E’ lo stesso modello che avevo realizzato qualche tempo fa e per il quale avevo postato il tutorial qui sul blog. Questa volta mi sono divertita a fare un piano di marmo differente, per rendere ogni pezzo unico.

The participants in the workshop of my group were Viviana, Pia, Gisella and Marcella of Minicaretti. They are already FIMO experts. I was the only novice.

I prepared a small gift for everyone, a kitchen scale made by me.  It’s the same model I shared with a tutorial here on the blog, two years ago. This time I chose a different marble top for each scale, so every piece was unique.

dadasdollhouse_3062

Per preparare una pizza in miniatura bisogna procedere come con quella vera. Si inizia dalla base impastandola e stendendola. Il disco non deve superare i 2,5cm di diametro, che corrispondono ai 30cm di quella vera. Con i gessetti le ho conferito un aspetto ben cotto e croccante.

To prepare a miniature pizza you have to proceed as if you would make a real one. First I prepared the base. I kneaded the dough and rolled it out. The disc should not exceed 2.5 cm in diameter. It corresponds to 30 cm of the real pizza. With the chalks I added color, so that it looked well cooked and crispy.
dadasdollhouse_3066

Poi ho aggiunto al centro la salsa di pomodoro, che in questo caso è composta da pezzetti di FIMO mescolati al FIMO liquido.

Then I added the tomato sauce made with red FIMO pieces mixed with liquid FIMO.

dadasdollhouse_3067

Qui la piastrella con tutte le nostre pizze.

Here is the tile with all our pizzas.

dadasdollhouse_30692edited

Il passaggio successivo è stato quello di aggiungere la mozzarella, il basilico o l’origano ed eventualmente qualche oliva. Ognuno si è ispirato ad un tipo di pizza differente. C’è chi ha usato il formaggio a tocchetti, mente io ho voluto usarlo a fette, come faccio con la pizza vera. Nei punti dove il formaggio era più spesso, ho dato qualche tocco di colore, come se il calore li avesse dorati.

The next step was to add the mozzarella cheese and toppings like basil or oregano and eventually olives. Each participant was inspired by a different type of pizza. Some used diced cheese. I sliced the mozzarella, as I usually do with my real pizza. Where the cheese was thicker, I added a touch of color, as if the heat had burnished some parts.

dadasdollgouse_3826

La cosa che mi ha stupita del FIMO è la sua consistenza. Si tratta infatti di una pasta molto liscia, che si lascia stendere molto sottile, rimanendo compatta. Questa caratteristica la rende perfetta per creare miniature, perché si possono raggiungere spessori ben proporzionati alle ridotte dimensioni dell’oggetto.

What surprised me about FIMO is its consistency. It’s actually a very smooth dough, that can be rolled out very thin, without crumbling. This characteristic makes it perfect for miniatures, because the thickness of the object is well proportioned to its small size.

dadasdollhouse_3830

Siamo passati poi alla realizzazione della mozzarella fresca. Questo latticino è un formaggio fresco tipico dell’Italia meridionale. Ne esistono principalmente due tipi, quella di latte di bufala, più saporita, che io preferisco, ed il fior di latte prodotta con latte vaccino.

Then we moved on to the creation of fresh mozzarella. This dairy product is a fresh cheese from southern Italy. There are mainly two types: made from buffalo milk, or from cow’s milk. I personally prefer the first one, because its more tasty.

Il suo nome deriva da “mozzatura”, l’operazione che si compie durante la lavorazione artigianale per separare dall’impasto i singoli pezzi.

La mozzarella può avere diverse forme e dimensioni. Quella classica è tonda. Le pezzature più piccole sono dette bocconcino ed ovolina. Le ciliegine sono ancora più piccole, ma vengono prodotte solo industrialmente. Esistono poi la treccia, il nodino ed il rotolo.

Trattandosi di un formaggio a pasta filata, viene lavorato ad alte temperature. Con 10 litri di latte si ottiene un chilo di mozzarella. La mozzarella da tavola, da consumare fresca, è delicata ed ha una consistenza morbida, leggermente elastica. Quella per pizza è più compatta e contiene meno grassi ed acqua. 

Its name derives from “mozzatura”, the method that the artisans use to separate the individual pieces from the paste. “Mozzare” means “to cut off“.

Mozzarella can have different shapes and sizes. The classic one is the ball. The smaller sizes are called “bocconcino” (morsel) and ovolina (egg-shaped). While the cherry is tinier and is only produced industrially. Other mozzarella shapes are the plait, the knot and the roll.

Since this is a “pasta filata” (stretched-curd) cheese, it is processed at high temperatures. With 10 liters of milk you get a kilo of mozzarella. The fresh mozzarella has a delicate milky flavor and a soft, slightly elastic consistency. The mozzarella used for the pizza is more compact and contains less fat and water.

dadasdollhouse_3831

Purtroppo non mi ero ricordata di portare un contenitore per sistemare le mie tre mozzarelline con il loro liquido di governo. Così Marcella mi ha gentilmente regalato una delle ciotole fatte da lei. Starà benissimo nella cucina della nostra dollhouse.

Il liquido nel quale si conservano le mozzarelle è chiamato erroneamente latticello, ma in realtà si tratta di una salamoia, una soluzione di acqua e sale. Essa è importante per mantenere la mozzarella fresca. Per assaporarla in tutta la sua fragranza è consigliabile conservarla a temperatura ambiente nel suo liquido. Oltre i 4-5 giorni essa va tenuta in frigorifero fino ad un massimo di 15 giorni.

Unfortunately I hadn’t brought a container for my mozzarella and the brine. So Marcella made me a gift and she gave me one of the bowls she creates. It will look great in our dollhouse’s kitchen.

To preserve the mozzarella it has to be dunk in its liquid. Sometimes its erroneously called latticello (buttermilk), but in reality it is a brine, a solution of water and salt. To savor all the fragrance of this cheese, it is advisable to keep it in its liquid at room temperature. After 4-5 days it must be kept in the refrigerator up to a maximum of 15 days.

dadasdollhouse_3072

Una volta terminate le pizze e mozzarelle, abbiamo messo tutto a cuocere nel forno. Questa parte rimane per me ancora oscura e credo che non farò subito delle prove a casa. Da un lato non posseggo un piccolo forno dedicato a questi lavori. Dall’altro non so molto sui tempi giusti di cottura ed il mio timore è di bruciare il FIMO e creare fumi tossici. Necessiterà sicuramente un corso di perfezionamento!

After finishing the pizzas and mozzarella, we put everything in the oven. This part is still obscure to me and for the moment I will not try it at home. On the one hand I don’t have an extra oven to use for to this kind of projects. On the other I don’t know much about baking times and I’m afraid to burn the FIMO and create toxic fumes. I definitely need an advanced course!

dadasdollhouse_3069

Questo è il risultato dopo la cottura. Per essere le miei prime creazioni in FIMO, sono molto soddisfatta.

This is the result after baking. I am very satisfied, considering that this is my first attempt with FIMO.

dadasdollhouse_3074

Arrivata a casa, mio figlio mi ha fatto trovare pronta per cena una pizza vera, cucinata da lui.  Non trovate anche voi che le mie due mini pizze reggano bene al confronto?

In conclusione desidero ringraziare tutte le nuove amiche per la loro compagnia. Ho passato un pomeriggio veramente piacevole. Non capita spesso a Milano di trovarsi tra miniaturisti e lavorare insieme. Un grazie speciale a Viviana, padrona di casa perfetta. E naturalmente un ringraziamento particolare a Claudia che mi ha fatto ritrovare la voglia di lavorare alla miniature.

That evening, my son surprised me with a real pizza for dinner. Don’t you think that my two mini pizzas hold up well in comparison?

In conclusion I wish to thank all the new friends. I spent a very pleasant afternoon with them. It’s rather uncommon to be meet miniaturists and work together in Milan. A big thank you to Viviana, who was a perfect hostess. And of course special thanks to Claudia who made me rediscover the pleasure of working on miniatures.

OakBranchOrnaments-GraphicsFairy1

Informazioni su dadasdollhouse

Le case delle bambole mi hanno sempre affascinata. A 5 anni disegnavo planimetrie e trasformavo le librerie in palazzi, utilizzando i libri come pareti divisorie. Forse per questo più tardi mi sono iscritta ad architettura... La mia grande passione è il punto croce, ma mi diverto anche con il bricolage ed il cartonaggio. Una certa abilità l’ho acquisita con l’esperienza, ma tante astuzie le ho imparate in internet. Ma la cosa più importante è poter condividere le mie passioni con mia figlia Dada!
Questa voce è stata pubblicata in Accessori, Zubehör, Accessoires, Cibo, Food, Lebensmittel, Aliments, DIY - Tutorial e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a La pizza di Claudia – Claudia’s pizza

  1. Elizabeth ha detto:

    What lovely pizza and mozzerella you made. They look delicious and I am getting hungry just looking at them.🙂

    • dadasdollhouse ha detto:

      Elizabeth it’s so nice to hear from you again! I’m happy you liked my first attempt with fimo. It was really fun🙂

      • Elizabeth ha detto:

        I think that your food is fabulous🙂 and I am envious because whenever I have tried to use fimo, I haven’t been able to get it to work for me !

        It is nice to be back on-line. I am trying to get used to using my computer again and looking at your blog has been a real treat for me.

        I was very sorry to read that you had recently lost your father.

        With all my very best wishes to you and your family, Elizabeth

      • dadasdollhouse ha detto:

        Thank you Elizabeth for your sympathy. We miss him so much😦

        Slowly I’m restarting to make miniatures and rediscovering the pleasure of playing with glue, paper and wood. Modelling was a real surprise for me, but I’m not sure I’ll be able to repeat this exploit.

        I have seen your last posts. Have you disabled the comments on your blog?

        I’m glad you are back🙂 🙂 🙂

      • Elizabeth ha detto:

        I don’t think that you ever stop missing someone you love, but things do get, I won’t say “better”, but “different and a little easier” with time and making things can be a great solace.

        (And I really am still a very unattractive shade of Jealousy Green over your pizzas – everything was in exactly the right place!)

        Yes, the comments on this blog have been turned off – although it appears that there is still a box available at the bottom of the Projects page.

        I shut down almost all my internet activity as we have had a lot of building work done to our home – not by choice! – and my computer has been in store, away from the brick dust etc., and I have been concentrating on the things that I Absolutely Had To Do, rather than the fun stuff that I enjoy.

        I am still knee deep in boxes of things that need to be sorted through and so I have very little time to sit in front of the computer, but I was hoping to write one blog post for this Friday and switch the comments back on… and so far – with the excuse that I need to get used to using a computer again!!! – I have wandered off and looked at far too many distracting and interesting things on the internet🙂

  2. elizabeth s ha detto:

    I think that your introduction to making miniature foods with polymer clays has been 100% Successful, BRAVA! Your mini pizzas look just as good as the Real thing and I hope that it has given you the confidence to continue on with this medium. I would also add, that you could not have had a better instructor than Claudia, as she is truly a MASTER of her craft!😀

    • dadasdollhouse ha detto:

      Thank you Elizabeth S! I’m surprised and satisfied with the result, but I have a lot more to learn.😉
      I know that you have friends with whom you share the passion for miniatures. So you can imagine how pleasant was for us to work together with other miniaturists and Claudia was fantastic! I hope there will be soon an other occasion.
      It is always a pleasure to read your comments

  3. Blanche ha detto:

    Un post veramente veramente bello!🙂 Grazie infinite per la menzione, carissima! ❤️

  4. monica ha detto:

    Che voglia di pizza….

  5. Ivana Basile ha detto:

    Bellissimo lavoro! Complimenti alla maestra e alle allieve!!

  6. Joc ha detto:

    Les pizzas ont l’air de sortir juste du four. On ne dirait plus de la Fimo.

  7. Elena Fusari ha detto:

    Pazzesco il realismo della pizza!! e della scatola di pelati e della mozzarella nella ciotola ne vogliamo parlare?! sarà anche brava l’insegnante, ma sono le allieve con talento che fanno la differenza . . . BRAVA!

Un Tuo commento ci fa piacere!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...